Chi votare per le prossime elezioni? La massoneria o il Padre?

poteri-forti-768x592

Da anni poteri forti mettono in atto strategie per destabilizzare l’Italia.

Da anni poteri forti discendenti dalla massoneria attuano piani per impoverire l’Italia.

Sono gli stessi poteri forti che controllano il Governo, il Vaticano e che ogni giorno ci parlano di accoglienza e misericordia facendoci apparire poveri e bisognosi di aiuto tutti quegli uomini che arrivano sulle coste italiane con i barconi.

È esattamente l’obiettivo della massoneria: nascondere dietro alla parola povertà,  la criminalità.

Uomini forti che entrano in Italia con l’unico scopo di destabilizzarla. Seminano odio, fobia verso la razza “nera”, razzismo.

Sono uomini che la massoneria al Governo ha voluto far entrare.

Gli uomini poveri non hanno soldi per pagarsi il barcone e i loro corpi non hanno la forza per sopportare un’attraversata.

Gli uomini poveri non hanno pretese, si accontentano di un pezzo di pane e un bicchiere di acqua.

E, invece, continuiamo a vedere immagini di uomini forti che hanno pretese, che criticano il cibo o l’alloggio offerto gratuitamente.

Sono uomini forti che non chiedono dignità ma calpestano la dignità altrui con atti di violenza.

Sono uomini o meglio criminali che rispondono ad un unico capo: la massoneria.

Sono uomini o meglio criminali che rispondono al male, all’odio.

E allora cosa fare?

Odiare tutti gli uomini di razza “nera”? Reagire come vuole la massoneria?

No!

Occorre non generalizzare. Occorre vedere dov’è il male, riconoscerlo e combatterlo.

Occorre parlare di amore e misericordia là dove queste parole sono vere.

Con chi semina odio, violenza, distruzione non bisogna parlare e usare misericordia.

Ma l’uomo obbedisce ai piani della massoneria e generalizza. L’uomo diventa razzista.

È la massoneria che attraverso questa strategia della misericordia proclamata anche da Bergoglio accoglie criminali in Italia per iniettare nel cuore dell’uomo odio, tanto odio verso la razza “nera”.

Stiamo attenti perché l’odio viene dal male e il male è la chiave di lettura dei piani massonici.

Ci rivolgiamo a Bergoglio chiedendogli: è giusto usare misericordia verso i criminali che uccidono, violentano, destabilizzano il Paese?

È giusto andare persino nelle acque a prendere questi uomini?

E la misericordia verso uomini, donne e bambini che veramente soffrono in molti Paesi dell’Africa?

Dov’è per loro la misericordia che tanto si va a proclamare..? Dove sono gli aiuti..? Dove sono quelle mani tese a strappare anime innocenti dalla morte..?

Perché non si mandano barconi in queste terre dove si soffre, si piange, si vive sulla propria pelle la mancanza di cibo, acqua..? Perché non si mandano barconi a strappare i bambini dalla morte che le guerre ogni giorno provocano..?

Quanti occhi di bambini gonfi di lacrime eppure per loro nessuna misericordia.

Quanti corpicini malnutriti, scheletrici eppure per loro nessuna misericordia.

Non facciamo il gioco della massoneria.

Non condanniamo la “razza nera”, non colpevolizziamo la “razza nera”.

Condanniamo la criminalità,  consideriamo il comportamento di un Governo che favorisce, apre le porte dell’Italia a questi criminali che rispondendo alla massoneria devono destabilizzare il Paese.

Consideriamo le parole di Bergoglio che chiama misericordia l’accoglienza di criminali.

Alle prossime elezioni votiamo per il Padre, votiamo per Gesù, votiamo per la Vergine Santissima.

Nessun uomo al potere può liberare l’Italia dal male nel quale sta sprofondando. Ma se votiamo il Padre allora potremmo vincere contro i poteri forti.

Se votiamo per il Padre potremmo dire no al microchip.

Se votiamo per il Padre vedremo Angeli che al nostro fianco combattono per restituirci la libertà, la dignità.


Share the Story
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Posted on 12/02/2018 in State Of Play

Written by Samuel Colombo

Back to Top